Chi erano e chi sono i banditi. Perché si diventa banditi. I banditi più famosi. Banditismo.

Titolo contenuto H1

Nelle più antiche leggende dell’Inghilterra medievale Robin Hood era un simpatico folletto dei boschi. Ma tra il Trecento e il Quattrocento, un’età che vide scoppiare in Inghilterra grandi rivolte contadine contro il potere dispotico dei signori feudali e dei ricchi ecclesiastici, le ballate popolari cominciarono a presentare Robin Hood come un personaggio completamente diverso. Non era più uno spiritello burlone e malizioso, ma un uomo in carne ed ossa, un contadino come tanti altri.

Per essere più precisi, Robin Hood era un piccolo proprietario che, ingiustamente cacciato dalla sua terra e perseguitato dai potenti signori del luogo, si era rifugiato con un gruppo di compagni, contadini anche loro, nella verde foresta di Sherwood, vivendo di caccia e di rapina. Robin Hood era insomma un bandito. Era però un bandito di un tipo particolare: non rubava per arricchirsi né uccideva senza ragione. Se rubava, rubava ai ricchi per distribuire il bottino tra i poveri. Se uccideva, uccideva per legittima difesa oppure per vendicare un’ingiustizia.

Avanti